Oltre l’Iliade

Oltre l’Iliade, un progetto condiviso per riconfigurare il proprio spazio, il proprio tempo e la propria umanità.

Il progetto “Oltre l’Iliade”, evoluzione del precedente “progetto Iliade” (qui tutti gli articoli sul “progetto Iliade”), nato dalla collaborazione tra i docenti  Maria Pia Burocchi, Monica Genellina Mauro Luciani e Claudio Nalli, della scuola secondaria di primo grado “G. da Vignole” di Sant’Angelo in Pontano (MC), integra e amplia le esperienze già svolte a scuola con un’uscita “didattico/cinematografica” nel vicino borgo di Penna San Giovanni e in particolare all’interno del suo splendido (e agibile!) “Teatro Flora”. L’esperienza del tutto fuori dall’ordinario ha richiesto uno sforzo organizzativo e un utilizzo del tempo e della tecnologia del tutto speciali.

Le classi della scuola secondaria di primo grado (1-2-3 C), mercoledì 26 aprile 2017, si sono prestate per realizzare delle riprese, prima nel centro storico del borgo, poi all’interno del teatro Flora, seguendo un “copione” basato per l’80% sull’improvvisazione del momento, ma ispirate in larga parte ai film “Intervista” di Fellini (note sul film) e “Effetto notte” di Truffaut (note sul film ; ma ci sono anche citazioni di altri famosi film e registi). Lo schema di riferimento originario parte da alcune scene dell’Iliade realizzate, e da realizzare, con la classe prima, in parte su un teatrino piccolo (con la tecnica del green screen – approfondimento), in parte su un vero teatro; le altre classi, e alcuni docenti con loro, si sono prestati per realizzare delle scene vere/false di contorno o di preparazione. Nel montaggio finale i livelli narrativi, come i livelli di realtà/finzione, saranno stratificati, diversificati e intrecciati, come nello stile dei registi citati in precedenza, una sorta di metaracconto.

Al di là degli aspetti tecnici che saranno documentati a dovere nei blog citati, ciò che interessa evidenziare in questa occasione e in questo blog, è invece l’importanza per una comunità di individui  (in tal caso scolastica) sottoposta per mesi al dramma del terremoto (che ad oggi non è ancora sopito), di inseguire un sogno quasi, di trovare una chiave di volta per riconfigurare una realtà accettabile, provare a rigestire con sicurezza il proprio spazio-tempo, la propria armonica capacità comunicativo/espressiva, le proprie attività socializzanti e quasi religiose (da re-ligo legare di nuovo, o relegere ripercorrere, rileggere – etimologia).

Qui di seguito materiali video e immagini che documentano la giornata e due interviste alla prof.ssa Genellina. C’è anche una prima ipotesi di montaggio dei titoli di testa del cortometraggio che sarà presentato successivamente.

l’Inizio

Appunti video

Scenografie e altro

sipario

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...